YOOtheme
Lunedì 06 Aprile 2020
 


ate waza PDF Stampa E-mail

ATE WAZA: sono le tecniche con le quali si colpiscono o premono i punti dolorosi o vitali del corpo umano e rappresentano le tecniche del combattimento a distanza. Principamente si suddividono in Ude ate cioè le tecniche effettuate con gli arti superiori del corpo, che comprendono quindi colpi con il pugno, la mano ed il gomito ed Ashi ate, vale a dire le tecniche effettuate con gli arti inferiori e comprendono attacchi di calcio e colpi col ginocchio. Gli Ate waza sono esclusi dall'esercizio del randori e di conseguenza dallo shiai, cioè il combattimento, ed i loro principi sono contenuti nei Kata. A seconda de Maestri e dei punti di vista sono possibili ulteriori suddivisioni tecniche degli Ate waza, come ad esempio distinguere la parte precisa degli arti con cui si colpisce (ad esempio la punta delle dita, il taglio della mano, il gomito, il pugno chiuso, il palmo, il tallone, il collo del piede e così via) oppure a seconda della traiettoria del colpo, cioè un attacco in linea retta oppure circolare.Tradizionalmente lo studio degli Ate waza, per la loro pericolosità intrinseca, è riservato agli yudansha cioè alle "cinture nere". Nel Judo queste tecniche sono pensate per poter essere applicate in punti precisi del corpo umano nei quali è possibile ottenere una grande efficacia senza essere particolarmente potenti nell'attacco.

 

Cerca nel sito

Online

 22 visitatori online