YOOtheme
Martedì 10 Dicembre 2019
 



La scuola del salice PDF Stampa E-mail

La scuola del salice

In seguito all'inquadramento del settore JuJitsu nell'ambito della Federazione Italiana Judo Lotta Karatè ed Arti Marziali è stato necessario istruire delle linee guida nei programmi d'esame ed alla fine si è scelto di coniugare il volto moderno del Ju Jitsu, il Metodo Bianchi, con il lato tradizionale: la Scuola Hon Tai Yoshin Ryu.

Traducibile come: "La Scuola dello Spirito del Salice e del Corpo Fondamentale" questa tradizione affonda le sue radici nel medioevo giapponese e ammanta le origini con l'aura del mito. Si narra infatti che un medico di Nagasaki, trasferitosi in Cina per approfondire le tecniche di combattimento, ebbe l'ispirazione per il suo sistema di lotta osservando un singolare evento. Dopo una bufera di neve gli alberi rigidi come i pini o le querce si spezzavano sotto il peso della neve mentre un salice dai rami sottili ed elastici cedeva e rimaneva integro.

Cedere alla forza e non opporvisi. Usare l'impeto dell'avversario per abbatterlo. Da allora di generazione in generazione si tramanda questo metodo di combattimento. Nel corso dei secoli al corpo a corpo ha integrato tecniche di spada e bastone ed è giunto fino a noi senza soluzione di continuità.

 

Cerca nel sito

Online

 5 visitatori online